Articoli

Ma cos’è questo spread?

Con questo post inauguriamo uno spazio in cui cerchiamo di rispondere, in modo semplice e comprensibile, ad alcune domande che i nostri clienti quotidianamente ci pongono.
Troveranno spazio approfondimenti che riguardano questo particolare momento storico di difficoltà di borse e mercati, con spiegazione di termini usati ed abusati, ma anche  altre tematiche che riguardano il normale rapporto bancario.
Questa rubrica è curata da Mirko, giovane Direttore di una nostra filiale.

Si pronuncia “sprèd” e, nonostante se ne faccia un gran parlare, soprattutto ultimamente, chissà se la maggior parte della gente comune ne comprende il significato.
Cerchiamo quindi di fare un po’ di chiarezza. Parole semplici per consentire a tutti di capire concetti complessi che però oggi influenzano le nostre discussioni e incidono a volte sulle nostre decisioni.

Lo spread non è altro che una differenza percentuale.

Se parliamo di investimenti, lo spread a cui si fa spesso riferimento in questo periodo è quello fra il rendimento dei Bund, titoli di stato tedeschi, e dei Btp italiani (buoni del tesoro poliennali), di durata decennale.

Ovviamente, più uno stato è affidabile dal punto di vista economico e politico, minore sarà l’interesse che viene riconosciuto a chi compra le sue obbligazioni (Bot, Cct, Btp, ecc).

In sostanza, se il Bund rende il 2 per cento all’anno e il Btp italiano rende il 7 per cento all’anno, si dirà che fra i due vi è uno spread, una differenza, di 5 punti percentuali (la stessa cosa è dire 500 punti base).
È evidente che un maggiore rendimento è associato ad una maggiore rischiosità dell’investimento.

Lo stesso termine, utilizzato in ambito creditizio, indica il margine che la banca aggiunge al tasso di base (solitamente Euribor o BCE), per calcolare il tasso annuo nominale (TAN).

Tale differenziale è necessario alla banca, per coprire principalmente i costi della propria struttura ed i rischi di irregolare o mancato rimborso degli affidamenti concessi (mutui, prestiti, ecc.).

Non preoccupatevi comunque se non sapete esattamente cos’è lo spread.  Siete in buona compagnia…

L’immagine è stata presa qui

Cornacchione, l’uomo dollaro

cornacchioneDirettamente dal programma di Maurizio Crozza su La7, ecco il comico Antonio Cornacchione nei riccioluti panni del… dollaro. Un dollaro in crisi, esistenziale ancor prima che economica.

Ecco il video, dal podcast di la7.it.

Leonardo Manera: euro facile

maneraDopo i Pali e dispari e Paolo Cevoli, concludiamo la minirassegna degli sketch dell’ormai lontano 2002 sullo sconvolgente arrivo dell’euro. Qui la moneta unica europea viene tirata in ballo da Leonardo Manera in un improbabile spot. Ecco il video (via YouTube).

Cevoli: l’assessore e l’euro

cevoliGià protagonista della prima Festa del Socio di Emil Banca, rivediamo Paolo Cevoli in uno storico sketch del 2002: cosa pensava l’assessore Palmiro Cangini dell’introduzione dell’euro? Ovvero, come parlare per 6 minuti e 15 secondi senza dire (quasi) nulla… Ecco il video (via YouTube).

Pali e dispari: l’arrivo dell’euro

paliedispariStorico sketch – è da Zelig del 2002 – dei Pali e dispari, ossia i supergiovani Capsula e Nucleo sconvolti dall’improvviso arrivo dell’euro. “Siamo entrati in comunità…” “San Patrignano?” “Ma no, la comunità economica europea!”. Ecco il video (via YouTube).

Pino Campagna va in banca

pinocampagna Il foggiano Pino Campagna, meglio noto come “papy ultras”, se ne va in banca… assieme al suo telefonino dalla suoneria molto originale. Ecco il video (via YouTube).

I TurboTubbies vanno in banca

turbotubbiesI “TurboTubbies” sono l’irriverente parodia dei Teletubbies, realizzata dal quartetto comico I Turbolenti a Colorado Cafè. Ecco in questo video (via YouTube) l’improbabile gruppetto alle prese con gli iter di una banca…

Paola Cortellesi e il prestito Strozus

cortellesiNon è solo una comica tra le migliori in Italia, ma anche un’attrice raffinata, una doppiatrice e pure una cantante. Paola Cortellesi compie l’ennesima trasformazione e diventa la promotrice di “Strozus”, il prestito amico (?), in un’esilarante parodia degli spot di questo genere.

Ecco il video (via YouTube).

Pino e gli anticorpi (e la banca)

pinolalavatriceIl trio sassarese dei Pino e gli anticorpi, già parte del cast di Colorado Cafè, permuta i suoi sketch trasferendoli… in una banca. Ottocentesca, ma molto attuale. Ecco il video (via YouTube).

Crozza: il crack di Unidebit

crozzaL’impagabile Maurizio Crozza (definirlo “comico” sarebbe semplicemente riduttivo) si esibisce in uno dei suoi microsketch dedicati alla banca Unidebit. Ecco il video (via YouTube).